Category Uncategorized

𝗟𝗮 𝗣𝗼𝗹𝗼 𝗰𝗼𝗺𝗲 𝗺𝗶𝘀𝘂𝗿𝗮 𝗱𝗲𝗹𝗹’𝗘𝘀𝘀𝗲𝗿𝗲

L’inizio è uguale per tutti: non appena il mentolo si accomoda nel cavo orale, l’estremità della lingua, con un colpo sapiente, stampa la ciambellina sul palato frontale. Negli istanti che seguono si attiva uno spartiacque esistenziale che divide l’umanità in tre categorie: i sucanti, i fricanti, i trituranti. Ai due estremi è l’indole a condurre: […]

Cinema Escher

Rannicchiarsi nel tempo e scivolare dentro un buio familiare e profondo dimenticare il battito del mondo là fuori Accomodarsi all’ombra delle palpebre in sala con il sé al cortometraggio che illumina il decollo e l’atterraggio dei sogni Rubare qualche pezzo d’universo talvolta poco prima del ritorno gli occhi alla Verità — e vedere intorno ognuno […]

In un giorno d’inverno (sonetto in G)

L’algida giubba del grigio, megera,fa del Tamigi uno Stige; la gentelangue aggiogata ed uggiosa, gemente;dai primi raggi, qui il giorno è già sera. Ieri non era così: nel sole a raggieral’augelli garruli, gioiosamente,givano in suso ed in giuso; la mentegiravoltava, gemella, leggera. Gli agi son pari ai disagi, e la gioia,che ora senza indugi metti […]

Ozio (o zio)

Era una Volvo dal chilometraggio tendente all’infinito — in vecchie lire (ti servirà un ripasso per capire): Bernini, due Bellini e un Caravaggio. Era un trasmettitore Alto Voltaggio, il était comme ampère — il trasgredire una necessità, così il fuggire e per destinazione avere il viaggio. Flâneur par excellence, divertente, votato a sommo fine: la […]

To my friend Johnny

JCC another autumn Sunday we’re ready for some air our urban cycling caper is surely more than fair we chat about all sorts of stuff the high and the mundane the rise of the machines and more the paper and the plane before the miles exhaust us (we never break a sweat) we find a […]

Social dilemma

Hovering within a firmament of answers black holes of questions — Solo risposte divora le domande un buco nero

Figli

I tuoi figli non saranno mai come vorresti. Sei tu a dover essere come vorresti che fossero. …Il premio di questa riflessione? La risposta del mio amico fraterno Davide Peluso: I figli ci graffiano il cuore e noi lasciamo che ci sanguini, felici di perdere la vita per loro. Il fuoco soffuso e le mani […]

Pensiero del giorno

Il Tempo è la briglia dell’Infinito.

Come si tratta un tiranno

🅤🅢🅐🅛🅞lo fa con te 🅡🅤🅑🅐🅛🅞alla “Robin Hood” 🅟🅔🅡🅓🅘🅛🅞lui che non perde un colpo 🅐🅜🅜🅐🅩🅩🅐🅛🅞tanto rinasce 🅓🅘🅜🅔🅝🅣🅘🅒🅐🅛🅞non tornerà più il Tempomaledetto

La campana

9 Giugno 2020: dialogo via Facebook con l’amico classicista Renato Benintendi. Il post di Renato SOTTO IL VELAME DE LI VERSI STRANI… Una delle più criptiche e belle frasi del latino medievale attribuita all’aquinate, nel convento di San Domenico di Salerno. Si sa solo che parla di una campana che preannunciava misteriosamente la morte incombente […]