Author Archives: galbarosa

Halloween in New York 2014

The Apple tonight is not Big it is ScaryA Circus of freaks where the clowns make you cryFrom Arkham they swoop-in: they’ve locked the Good FairyAnd nowhere is safe …you smile and you die! You are stuck in the subway …oh, there’s a nice girl!Perhaps she can help you get out of this hellYou tap […]

Nel buio la luce

E poi pensiamo al dovizioso zelo Nel nostro faticar che spesso è tale Da aprire l’uscio ad ansie da star male E l’atra notte ci sorprende, e il gelo; E poi guardiamo in alto, verso il cielo A contemplar lo spazio siderale: La luna dall’aspetto un po’ spettrale E la Via Lattea, col suo bianco […]

Armonie

Oggi nell’aria di un doppio gigante,l’uno tenore sublime e compianto,l’altro massiccio innevato, un incanto,sfrecciava il bolide, nero, vibrante; le differenze tra divo tonante,picchi silenti ed il garrulo cantodel sei cilindri – che vezzo, che vanto!si dileguarono al primo tornante. Quella beltade potente ed ignotatorse il mio animo sì nel profondoda mescolare le lagrime mie alle […]

Facebook vs Google

Facebook works by losing everything you did not search for into an ever growing time stream Google works by finding everything you search for out of a small space on your screen

Il monello

Lollo è bello ma monello vuole questo vuole quello e la mamma profumosa come un petalo di rosa Lollo abbraccia con piacere con l’intento di ottenere 🙂 Ma la mamma che conosce quelle sue guancette rosce dice a Lollo: “tu sei birba e t’avverto che so’ furba: io ti leggo nei pensieri di domani oggi […]

Fides triplex

Requiem e longa die heri quaerebam hodierno vocium caelestium in choro 🎶 hominum in aede et in musica saecularibus et in fide millenaria dei eam inveni

Thank you Sir Ian

They thee, whom thou delighted with thine artthrough decades as the darling of the stage,denounce for daring to retake the partof the mad Dane – yes – on the grounds of age. But what is age in play, a play that ageknows not, will not and never has it known:despair, decay, abuse and treason, ragefrom […]

𝗟𝗮 𝗣𝗼𝗹𝗼 𝗰𝗼𝗺𝗲 𝗺𝗶𝘀𝘂𝗿𝗮 𝗱𝗲𝗹𝗹’𝗘𝘀𝘀𝗲𝗿𝗲

L’inizio è uguale per tutti: non appena il mentolo si accomoda nel cavo orale, l’estremità della lingua, con un colpo sapiente, stampa la ciambellina sul palato frontale. Negli istanti che seguono si attiva uno spartiacque esistenziale che divide l’umanità in tre categorie: i sucanti, i fricanti, i trituranti. Ai due estremi è l’indole a condurre: […]

Cinema Escher

Rannicchiarsi nel tempo e scivolare dentro un buio familiare e profondo dimenticare il battito del mondo là fuori Accomodarsi all’ombra delle palpebre in sala con il sé al cortometraggio che illumina il decollo e l’atterraggio dei sogni Rubare qualche pezzo d’universo talvolta poco prima del ritorno gli occhi alla Verità — e vedere intorno ognuno […]

In un giorno d’inverno (sonetto in G)

L’algida giubba del grigio, megera,fa del Tamigi uno Stige; la gentelangue aggiogata ed uggiosa, gemente;dai primi raggi, qui il giorno è già sera. Ieri non era così: nel sole a raggieral’augelli garruli, gioiosamente,givano in suso ed in giuso; la mentegiravoltava, gemella, leggera. Gli agi son pari ai disagi, e la gioia,che ora senza indugi metti […]